15 settembre 2017

Dalla strada al salotto: TUTORIAL per trasformare uno pneumatico in una seduta

0 commenti
Il recupero creativo degli oggetti il cui normale destino è andare ad inquinare il pianeta mi ha sempre affascinato: ogni tanto sbircio sul web le meraviglie dei designer che inventano meraviglie e mi ritrovo a sognare.

In questa torrida estate mi sono ripromessa di sperimentare almeno una di queste virtuose imprese: trasformare un rifiuto altamente inquinante in qualcosa di bello e utile.
Consiglio anche a voi questa impresa perchè regala grande soddisfazione personale, e prima o poi ciascuno di noi va incontro ad un cambio gomme per la sua auto...

recupero creativo di un pneumatico

trasformare uno pneumatico in una seduta

riciclo pneumatici


Si proprio così: uno pneumatico a fine vita può assumere una nuova veste e aiutarvi ad arredare in modo originale il salotto o il giardino.

Ecco cosa serve:
  • pneumatico
  • corda di nylon
  • corda naturale
  • colla a caldo
  • pittura (opzionale)


Vediamo i passaggi:

1- lavare bene con sapone per eliminare la sporcizia




2- con la corda in nylon creare una ragnatela ben tesa che fungerà da telaio per la successiva lavorazione




3- rivestire la parte superiore con la corda naturale (io ho usato corda di cocco, vanno bene anche la juta o il sisal) partendo dal centro e procedendo man mano incollando con la colla a caldo







4- utilizzate un altro tipo di corda (potete variare solo il colore, solo il materiale, solo lo spessore o tutto) per rivestire parte o tutta la parte laterale. Io ho usato una corda per nautica bianca e nera, ho coperto solo metà e ricolorato con il bianco la parte restante




5- sistemate in giardino e godetevi la vostra nuova comodissima seduta!



Le varianti sono infinite, a seconda del vostro gusto: potete rivestire sia la parte superiore sia quella laterale con la corda di colore naturale. Oppure colorare i lati con pittura e posare la corda solo sul top. Oppure usare corde sintetiche di colori sgargianti.

Uno scarto che diventa una risorsa: lo spirito da cui origina tutto il mio lavoro come Shabbylife! <3 


11 maggio 2017

Valentìne: restyling di una seggiolina in stile shabby chic

0 commenti
Chi non ha - o non ha avuto in passato - una di queste seggioline con seduta e schienale in velluto in casa propria?

La forma è bellissima, elegante, femminile. Però i colori lasciano a desiderare...parte lignea marrone, velluto delle tonalità più improbabili (giallo, verde, rosa...).

Serviva assolutamente un intervento di restyling per ridare modernità alla nostra amica.
Che, visto la posa molto parigina, ho deciso di chiamare Valentìne.

ricolorare una sedia in stile shabby chic

Per la parte in legno ho scelto un mix di grigi e bianchi in varie sfumature di colore.


restyling sedia in velluto

Per la parte in velluto un grigio deciso.



stencil su sedia in velluto

Per lo schienale un tocco di personalità con uno stencil molto parigino...

ricolorare una sedia in velluto

Ed eccola qui la nostra nuova Valentìne, pronta per rendere speciale l'angolo di una casa!


14 febbraio 2017

Il senso di riciclare

0 commenti



Ecco perchè amo recuperare vecchi mobili. Lo faccio dire a Mauro Corona, perchè solo lui lo sa spiegare con questa schiettezza e con una visione così chiara.

"...Ma nel '63 esplose il miracolo economico e proprio come una bomba venne a distruggere dando la possibilità di sostituire. Apparvero la cucina americana e i letti di metallo con la radio infilata dentro. Tutti quei nuovi oggetti brillavano in maniera accattivante e la gente scoprì di colpo che le umili cose di legno esibivano da ormai troppo tempo il monotono colore della consuetudine.

La novità, il mai visto, anche quando lo si intuisce sciocco e banale, ha la capacità di abbagliare e accecare l'individuo, a meno che non sia molto accorto. Le cose vecchie alla lunga diventano abituali, a furia di vederla stancano e si vorrebbe cambiarle.

Ma attenzione! Occorre raffinata sensibilità per non rischiare di buttar via un tesoro e sostituirlo con un sacco di spazzatura. Su tutto, comunque, dovrebbe vigilare l'affetto personale verso gli oggetti di casa che hanno accompagnato la famiglia nel tempo. Invece, quasi sempre scivoliamo nel miraggio del nuovo e buttiamo via il "troppo visto" salvo poi, quando ci accorgiamo di aver preso un granchio, correre ai ripari nell'affannosa ricerca di cassepanche, credenze, vecchie radio e letti antichi.

Anche mia madre fu attratta come una cornacchia da quel luccichio e, in nome e per conto della modernità, pensò bene di bruciare tutto ciò che sapeva di vecchiume. E mise al fuoco pure i letti.
Distruggere un oggetto che per anni è stato toccato, maneggiato, usato, che ha sentito il respiro della casa, che ha registrato e condiviso i sentimenti degli uomini, è un delitto imperdonabile.
Quella cosa non è più un oggetto inerte, ma ha acquistato vita propria, come un compagno di viaggio che ha vissuto con noi.
E' diventato uno di famiglia e gli si devono rispetto e riconoscenza....".

Mauro Corona - Le voci del bosco

14 ottobre 2016

Ortensia: variazioni di rosa antico

0 commenti
Purtroppo non ho una foto del "prima" dell'adorata Ortensia...questo mi capita quando sono così entusiasta di ridipingere un pezzo che mi scordo di documentare la trasformazione.

Sto vivendo una "fase rosa" da qualche tempo. Un colore che ho sempre relegato tra quelli che meno mi piacciono ha iniziato a svelarmi i suoi segreti e il suo fascino.

Sul rosa bebè è ancora appeso il cartello "divieto", ma il rosa antico così tenue è sobrio, elegante, luminoso e molto rilassante: via libera all'utilizzo!

mobiletto rosa antico stile shabby

Ovviamente non poteva essere solo rosa, l'aspetto sarebbe risultato troppo piatto.
Perciò ho aggiunto un effetto ombreggiato leggero ottenuto con una tecnica di pittura "a nuvola" (a pennello però, non con spugna).

ricolorare un mobile shabby chic


colorare un mobiletto con la chalk paint


dettaglio mobiletto antichizzato

Un' invecchiatura leggera con carta vetrata, perchè la forma del mobile chiama un tocco di shabby chic...e Ortensia è pronta per un radioso futuro!

gamba mobiletto vintage

15 settembre 2016

Augustus: ricolorare un mobile in stile shabby chic

0 commenti
Augustus si merita questo nome per la sua imponenza: è un mobile massiccio, ben piantato, l'ho amato fin da quando l'ho scovato in uno dei soliti negozi di mobili abbandonati che adoro frequentare. L'ho regalato a mio marito, che è proprio come Augustus: un uomo concreto, pragmatico, tutto d'un pezzo!

Quando è arrivato a casa dei mobili di Shabbylife era in ottime condizioni.
Ma la sua piatta uniformità di colore mi lasciava interdetta.

Tra l'altro ero in un periodo decisamente shabby pesante...
1+1 ha fatto sì che -dopo una consultazione con la mia dolce metà - abbiamo optato per mantenere inalterata la struttura agendo sui cassetti per creare movimento.


mobile cassetti stile shabby chic

un dettaglio di come abbiamo consumato i cassetti

dettaglio cassetto stile shabby chic

un dettaglio delle maniglie a conchiglia che abbiamo scelto

maniglia conchiglia shabby chic

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...